Stazione meteo PCE-FWS 20 online grazie ad un Raspberry Pi

Stazione meteo PCE-FWS 20 online grazie ad un Raspberry Pi

Il regalo geek di Natale 2012 è stato sicuramente quello di mio fratello: una stazione meteo amatoriale PCE-FWS 20.meteostrada
Ok tra le mie tante passioni (leggasi “manie”) è da poco entrata anche quella per la meteorologia. Fino ad un paio di anni fa non avevo idea della quantità di appassionati che popolano la rete inondando forum, blog e siti web con previsioni (speso più affidabili di quelle dei siti più blasonati), “nowcasting”, studi di modelli e report di dati. Una passione che si basa soprattutto su uno studio dei fenomeni fisici/atmosferici ma anche un’analisi statistica di dati rilevati dalle stazioni meteo.

Cosa sono le stazioni meteo?

Per chi non ne fosse a conoscenza (come me fino ad paio di anni fa) esistono infatti delle stazioni meteo amatoriali complete di vari sensori (solitamente termometro, igrometro, barometro, anemometro, pluviometro) che non solo visualizzano i dati attuali, ma li salvano in memoria per poter essere scaricati su computer come “storico” (datalogger).
Queste stazioni si trovano a prezzi accessibili che variano dal centinaio di euro (come quella che ho io, che si trova anche su Amazon, direttamente da PCE Italia), fino ad arrivare a nomi più conosciuti come Davis e La Crosse, con modelli ben più completi, costosi e professionali.
La PCE-FWS 20 rappresenta un buon rapporto qualità/prezzo. Ha tutti i sensori standard di media qualità (e qualcosa si può migliorare con un po’ di bricolage, per esempio lo schermo solare o il pluviometro) ed inoltre ha una consolle di visualizzazione con touchscreen e collegamento USB.

Il funzionamento standard prevederebbe solamente l’utilizzo del software WeatherLink (solo per Windows) per il download dei dati dalla consolle, senza possibilità di messa online. Esistono altri software (per Windows, come Cumulus) che permettono di creare facilmente un sito online per la pubblicazione dei dati, ma presuppongono appunto di avere a disposizione un computer/notebook/netbook con Windows acceso e online 24h/24h. Con relativo consumo elettrico. Decisiamente non faceva per me!

La soluzione opensource: il Raspberry Pi

Raspberry_Pi_Beta_Board

Come forse avrete visto da uno dei miei post precedenti da qualche mese sono felice possessore di un Raspberry Pi, un mini computer low cost (35$+spedizione) “linux inside”. Dove averlo sperimentato nelle mie prove didattiche e ludiche ho finalmente trovato la collocazione: utilizzarlo per mettere online i dati della stazione meteo.

Si presta benissimo per questo scopo per serie di motivi: costa poco (circa 30€ tutto compreso per il modello B e si ordina online su RS o Farnell), possiede sia le porte USB (2) per il collegamento alla stazione (o ad una chiavetta WiFi) sia una porta LAN/Ethernet per il collegamento a Internet. Inoltre consuma POCHISSIMO (3.5 Watt al massimo) essendo alimentato tramite micro USB (5V, 700 mA) e non ha bisogno di dissipazione. Insomma è l’ideale per essere tenuto sempre acceso. Il sistema operativo (Raspbian, basato su Debian) viene caricato e letto da SD.

Il software

Ci sono tanti software Linux dedicati a questo scopo specifico. Basta cercare infatti WH1080 (questo è il nome senza brand più conosciuto della stazione) + linux e si aprono tantissime opzioni. Ammetto che prima di arrivare a quella definitiva (Sint Wind Pi, che vi illustro alla fine) le ho provate praticamente tutte. E tutte le ho abbandonate per lo stesso motivo: ho constatato purtroppo che alcune WH1080 prodotte nell’ultimo anno (tra cui la mia) soffrono di un “bug” hardware fastidiosissimo che provoca un’interruzione del collegamento USB dopo un po’ di tempo che è collegata al software. L’unica soluzione in questo caso è resettare la stazione rimuovendo e reinserendo le batterie.
Prima di arrivare alla soluzione ho testato i seguenti:

Tutti hanno pregi e difetti ma in generale funzionano e svolgono egregiamente il loro compito (alcuni anzi hanno template web più curati e belli). Peccato che tutti dopo 1-2 giorni al massimo mi provocavano il fastidioso bug costringendomi al reset. (edit: la situazione dopo 3 anni è migliorata, come ho scritto in un nuovo articolo)
Stavo per abbandonare le speranze quando ho trovato..

Sint Wind Pi

Nato dall’idea di un gruppo italiano di amanti di volo libero e parapendio (vololiberomontecucco.it) “Sint Wind Pi” è nato in realtà con l’obiettivo di soddisfare la loro esigenza di monitorare i parametri atmosferici (soprattutto il vento) da remoto per il loro hobby. Integra infatti addirittura un risponditore telefonico, il supporto per le chiavette 3G/UMTS e per il caricamento di foto tramite webcam o camere fotografiche! (insomma manca solo che faccia anche il caffé… )

Ma la vera caratteristica che mi ha fatto scegliere definitivamente Sint Wind Pi è che lo sviluppatore (Tonino Tarsi) è riuscito ad implementare un codice geniale che imposta l’orologio del Raspberry leggendolo DA quello della stazione PCE. In questo modo i due clock si sincronizzano ed si riduce al minimo la probabilità di leggere un dato dalla memoria nello stesso tempo in cui ci viene scritto dalla stazione, problema che è alla base del bug menzionato prima.

Al di là di tutto quindi, just works! 🙂

Ecco in breve quello che fa (e che fino ad ora ho testato):

– Legge i dati in real time dalla PCE ogni x secondi (io ho messo 120 secondi)
– Attraverso un POST ad una pagina PHP sul server invia i dati online in un database MySQL (alternativamente aggiorna un file meteo.txt su via FTP)
– Pagine PHP/Javascript sul server rileggono i dati da database e li presentano tramite template, statistiche e grafici.
– Invio dei dati su Weather Underground
– Configurabile e monitorabile (anche da remoto) via interfaccia web.

In futuro mi piacerebbe provare anche la parte webcam.

Trovate le istruzioni per l’installazione sul sito http://www.vololiberomontecucco.it (e in particolare QUI).

Eventualmente prossimamente farò una guida passo passo in un altro articolo.

Online !

Il mio risultato? Ecco qua: http://meteostrada.grechi.it

Sicuramente è da migliorare ma le cose principali ci son tutte: condizioni attuali, grafici giornalieri e settimanali, storico Weather Underground. C’è anche un’interfaccia smartphone ottimizzata per iOS/Android! 😉

Aggiornamenti

30/03/2013: aggiunto il supporto al RFM01 per ricevere i dati dai sensori direttamente via radio, senza connessione usb
Maggio 2013: aggiunti dei sensori aggiuntivi tramite GPIO: BMP085 (pressione – temperatura interna), DHT11 (umidità interna)
10/06/2013: aggiunta la Raspberry Pi Camera Board. Adesso il sistema invia anche un’immagine ogni 5 minuti, con i dati meteo!
03/01/2016: aggiornamento dopo 3 anni sulla situazione dei Software meteo per Raspberry Pi: pywws, Cumulus MX, wview.

A proposito Alessandro

Ingegnere delle Telecomunicazioni con propensione al web2.0 ed il pallino della tecnologia; toscano & casentinese, vivo a Firenze
  • Alessandro

    Spettacolo…

  • Angelo

    Eccezionale…….aspetto la guida “passo-passo”…ti prego!!!!

  • claudio

    grandissima cosa…..sai se è supportata anche la lacrosse ws2350?

    • Si, alcuni di quei programmi che ho riportato la supportano mi pare… controlla nella loro documentazione!

  • S1m0n3

    Articolo veramente interessante, mi hai aperto un mondo! =D quello che non ho capito è se è possibile mantenere il Raspbian all’interno della SD e caricare il firmware per il funzionamento della stazione, o il firmware va a sostituirsi al Raspbian e quindi esegue un boot tutto suo? I pezzi devono arrivarmi in settimana, non ho avuto ancora modo di smanettarci 😉

    • Ciao Simone, swpi non è un firmware, è semplicemente un programma in python che gira su una comune Raspbian!
      L’immagine che trovi da scaricare serve per velocizzare l’installazione ed ha al suo interno tutto il necessario: raspbian + swpi. In questo modo basta caricarla su SD e in 10 minuti sei pronto! 🙂

      • S1m0n3

        Grazie mille, poi mi sono reso conto che era semplicemente l’immagine del Raspbian con le dipendenze e il swpi preinstallati! Grazie 1000 🙂

  • Pingback: Raspberry Pi + RFM01: ricezione sensori PCE FWS 20 senza consolle - Alessandro Grechi()

  • ripperhack

    Complimenti Alessandro, ottimo progetto… sto per acquistare anche io una stazione meteo e optavo per la PCE-FWS 20 così da collegare al PI… davvero bella l’implementazione dei grafici “storici”, cosa hai usato ?

    • Ciao, i grafici che uso attualmente sono uno script liberamente scaricabile qui: http://pocasi.hovnet.cz/wxwug.php?lang=en
      Prendono i dati da weather underground.

      Per l’implementazione ricorda che potresti comprare anche solo i sensori pce e fare a meno della consolle… ricevendo i dati wireless direttamente col Rasp come sto facendo io 😉

  • Pingback: Raspberry Pi Camera Board - Alessandro Grechi()

  • luigi

    salve, ammiro il progetto cercando di riuscerlo ad attuare con la mia pce ma vorrei chiedere che tipo di raspberry devo acquistare? B o A ?

    • Salve, consiglio il modello B in quanto ha in più sia la porta Ethernet che una USB in più.
      Il modello A è utile per i progetti a basso consumo, per esempio se si vuole alimentare con pannelli solari.

      • Luigi

        Grazie alessandro, preciso che la mia stazione meteo è stata una delle prime pce-fws 20 che produssero che ancora tutt’oggi nonostante le intemperie e i rattoppi fai da te alle parti in plastica continua a segnare costantemente, pecca l’umidità esterna che sballa non segnando nulla in giornate afose.Ma li ricorrerò ad altro.
        Un’altra cosa è tolgo il disturbo restando sul suo sito, lei al posto mio avendo una consolle della stessa stazione userebbe lo stesso il RFM01 ? o ne farebbe a meno?

        • Io ho deciso di utilizzare l’RFM01 in quanto avevo problemi con collegamento USB alla consolle: dopo un po’ di tempo si bloccava e dovevo scollegare le batterie.
          In questo modo invece, ricevendo direttamente il segnale dai sensori, non solo ho risolto il problema del collegamento, ma posso tenere la consolle in un posto diverso dal raspberry.
          Potresti comunque prima fare delle prove collegandola via USB ed eventualmente in un secondo tempo prendere anche l’RFM01.

          • luigi

            Mi permetta ancora una domana.E’ necessario acquistare un raspberry di tipo con memoria sd? o per il programma che serve alla stazione pce bastano i 512 mb interni? nell’occasione le rinnovo i complimenti.

          • Il Raspberry (qualsiasi versione) non ha memoria interna utilizzabile per lo storage.. quella a cui lei fa riferimento è la quantità di RAM ! (il modello B ne ha 512MB)
            Una SD è necessaria per installare il sistema operativo…

  • francesco

    Ciao,per caso ci sono gia pagine html precompilate da caricare sui propri siti? come per esempio per cumulus ci sono i siti dinamici di meteoquebec !
    volevo sapere se ci sono modelli o template gia costruiti per mandare i dati meteo tramite raspberry ? oppure bisogna affidarsi solo a Weather Underground ?

    • Ciao, si ci sono già delle dashboard che si possono scaricare dal sito ufficiale del progetto… tutto è facilmente personalizzabile e integrabile nel proprio sito! Io nel mio ho usato Joomla + template + dashboard

  • Pingback: 70 giorni in 7 minuti: timelapse di un'estate con l'occhio del Raspberry Pi - Alessandro Grechi()

  • Fabio

    Ciao ,
    prima di tutto complimenti e ti dico che sono anche io un felice possessore di una FWS-20 che ho messo on line con altervista.Ora però sto per ordinare un Rasbperry PI Model B per non essere costretto ad avere sempre il mio pc acceso ed avere la stazione on line 24h/24 h con ridotti consumo di energia elettrica.
    Dunque prima di iniziare avrei queste domande

    Il sito web dove ho on line la stazione è http://www.ik8ucw.altervista.org guardatelo uso Cumulus.
    1)con il rasbperry posso avere la stessa pagina web o dovrò cambiarla?

    2)Ora che acquisto il rasbperry ho visto che ci sono delle offerte con annessa sd con OS Rasbperry preinstallato…a me serve l’OS oppure acquisto una sd vuota a parte dove poi ci vado a buttare dentro altri prog dedicati alla stazione ?

    3)Che tipo di penna wifi è compatibile con il Raspberry?

    4) Dove posso ordinarlo ? RS?

    Ciao e grazie attendo tue risposte

    Fabio

  • Pingback:   Nuova webcam Chiani, nostra istallazione!  by Arezzo Meteo()

  • Piero

    Ciao Alessandro,
    complimenti innanzitutto per il progetto, volevo chiederti se per la cam utilizzi lo stesso raspberry pi che gia’ usi per i dati del pce o se hai un’altra unita’ pi dedicata a parte.
    Volevo usare un solo raspberry pi come ricevitore con l’RMF01, per catturare immagini con la camera board e come web server per la pagine meteo, fattibile secondo te?

    • Ciao Pietro,
      si per la cam utilizzo lo stesso raspberry che uso per ricevere i dati dai sensori meteo. Anzi anche il software utilizzato (SWPI) gestisce nativamente sia la ricezione/invio dei dati meteo sia la webcam.
      Il web server poi utilizzo quello remoto sul sito, ma niente di vieta di installarlo in locale.
      Fattibilissimo! 🙂

      • Piero

        Grazie della risposta, le ferie cadono a puntino allora. 🙂

  • Ivan

    Ciao Alessandro e complimenti! seguo molto questo sito e anche il forum del monte cucco, una cosa soltanto non ho capito, come raggiungo la cartella plugins? conosco il percorso ma come lo raggiungo dal mio pc, con putty? o devo farlo via desktop del raspberry? grazie 🙂

    • Ciao Ivan, la cartella plugins la puoi raggiungere anche da putty, basta ce vai in /home/pi/swpi/plugins/
      Ciao

  • alberto

    ciao sono Alberto, non capisco il passaggio, quando dici “” di staccare l’ usb della pce e passi in modalità terminale dove dobbiamo eseguire l’aggiornamento del programma : sudo swpi-update Attendere il carico veloce delle strighe e poi riavviare il raspberry collegando USB della stazione meteo.Se non fate l’aggiornamento vi dovrebbe uscire la scritta di errore invio file meteo.txt come da schermata”” ma da dove si scarica l’aggiornamento di swpi-updare e dove lo istalli ??? grazie ciao

    • Ciao Alberto,
      collega il raspberry ad internet (tramite cavo ethernet) ed al monitor esterno ed accendilo. Quando vedi partire Sint Wind Pi (ed inizia il conteggio 1….2…..3…..4…) premi CTRL+C per interromperlo.
      A questo punto digitando “swpi-update” viene scaricata automaticamente l’ultima versione del software e aggiornato il tutto.

  • Pingback: stazioni meteo in casa - Pagina 2 - BaroneRosso.it - Forum Modellismo()

  • Andrea

    salve, volevo chiederti se è possibile connettere il raspberry ad internet tramite una chiavetta wifi e se si come? grazie in anticipo per la risposta. 😉

  • Andrea

    salve, volevo chiederti se è possibile connettere il raspberry con una chiavetta wifi ad internet usando sint wind pi e se si come? grazie per la risposta in anticipo.

  • Andrea

    Ciao,
    grazie di avermi risposto, si la mia è compatibile (EDIMAX) ma non la legge Sint Wind Pi quando lo uso sul raspberry (non si accende nemmeno la lucetta), ma sulla SD (io ne uso una da 4GB) c’è bisogno solo di SWPI come sistema operativo o anche Raspbian? Perchè ho provato su rasbian e funziona a meraviglia la chiavetta.

    • Guarda che SWPI non è altro che una immagine di Raspbian con qualche pacchetto-dipendenza in più e l’applicativo swpi vero e proprio, che non è altro che un programmino in python.
      Quindi se funziona su raspbian standard non vedo perchè non dovrebbe funzionare anche sull’immagine del swpi ! Al limite prova un aggiornamento…. ripeto non cambia niente!

      • Andreweather1

        Ciao, ho provato di nuovo, ma non accede alla modalità grafica facendo startx dopo aver annullato il countdown, e inoltre la lucetta neanche si accende. é possibile configurare la chiavetta nano con lei comandi scritti senza andare in modalità grafica?
        grazie per la risposta in anticipo

        • Si è possibile ma la questione è lunga. Prosegui pure nel forum di SWPI dove ho visto che hai già chiesto aiuto. Ciao!

          • Andreweather1

            ok, continuiamo li. Ma non trovo ancora la soluzione al problema. Sai quali comandi si devono esguire per usare SWPI in modalità grafica?

  • Stefano

    Ciao, gran bel progetto, complimenti. Fra qualche mese dovrei acquistare una Davis Vantage Pro2 e mi interesserebbe fare qualcosa del genere per l’invio continuo di dati on-line senza bisogno di acquistare il datalogger IP adatto allo scopo.. Ti chiedo quindi un paio di cose:
    – se è supportata la stazione Davis;
    – se c’è qualche strumento di prevenzione in caso di corto circuito dovuto ad esempio ai fulmini, visto che cmq il raspberry dovrebbe essere sempre acceso.

  • Pingback: farm loans for women()

  • Pingback: legitimate payday loans()

  • Pingback: monroe loans()

  • Pingback: cashadvanceloans()

  • Pingback: cash advance lafayette in()

  • Alessandro

    Ciao Alessandro,
    in quanto socio “smanettone” di un circolo windsurf ho installato una centralina PCE-FWS 20
    per monitorare il vento, la soluzione adottata si basa su un router con openwrt e porta usb ed utilizza foswr per leggere i dati dalla centralina.

    Purtroppo oltre al fatto di dover resettare la memoria quando si riempe ho anche io il problema che dopo un certo periodo la centralina va in blocco e non si riescono a leggere i dati da usb se non togliendo le pile e resettando il tutto…

    Tu parli di sincronizzare gli orologi dei due apparati per ovviare al problema? Riesci a spiegarmi meglio? vorrei provare almeno come soluzione temporanea… in attesa di preparare la versione con raspberry pi e scheda radio….

    Grazie 1000.
    Alessandro.

    • Ciao,
      quello è purtroppo un bug noto della PCE ed il collegamento USB. Il blocco pare essere dovuto ad un bug del buffer usb che si blocca quando si tenta di leggere i dati nello stesso istante in cui vengono scritti dai sensori.
      Per ovviare a tale problema nel software SWPI era stato inserito un controllo temporale che cercava di sincronizzare gli orologi del raspberry e della consolle, impedendo la lettura del dato quando era probabile che ci fosse una scrittura (che avviene ogni 48s).

      Guarda il codice sorgente di SWPI nella libreria relativa al collegamento usb e vedrai tutti i dettagli.

      Questo problema ovviamente non si verifica con la ricezione radio diretta tramite RFM01!

      Ciao,
      Alessandro

      • Alessandro

        Ciao,
        grazie per la risposta celere, stavo leggendo un po’ i sorgenti, se ho capito bene, la centralina legge nei primi 45 secondi di ogni minuto, per cui se sincronizzo gli orologi della centralina e del router e leggo dopo il 45° secondo non dovrei incappare nel bug, farò un po’ di esperimenti, se non riesco a leggere l’ora dalla centralina magari allineo il router a mano aggiungendogli semmai del ritardo, anche se a tendere vorrei passare alla versione con ricezione via radio, a meno di non trovare un comando via usb per azzerare la memoria interna della console.

        Ancora grazie,
        Alessandro

  • francesco

    ciao,ho letto la tua guida molto chiara!Vorrei sapere come posso installare il programma da riga di comando.Mi spiego..su raspberry ho gia installato un programma tipo emule e non vorrei rimuoverlo visto che ho perso nottate intere per installarlo e configurarlo.Ti ringrazio Franz.

    • Ciao Francesco,

      installare SWPI da terminale è possibile ma un po’ macchinoso a causa di molte dipendenze. E’ per questo che viene fornita l’immagine SD con già tutto.

      In ogni caso trovi qualche istruzione qua: https://github.com/ToninoTarsi/swpi

  • Liknus

    Ciao Alessandro!
    Innanzitutto una grande grazie (seppur in ritardo) per il bel racconto del tuo lavoro.. Il ringraziamento naturalmente si estende ai ragazzi di vololiberomontecucco.it per il SWPI!
    Da questa tua pagina mi è venuta voglia di provare a costruirmi una soluzione identica alla tua, però mi sorgono alcune domande..
    – Il SWPI è una specie di distro linux completa? Oppure volendo si può continuare ad usare Raspbian o Pidora e installarci sopra il SWPI come fosse un normalissimo programma?
    – Leggo che la stazione legge i dati dai sensori ogni 48 secondi.. volendo è possibile ridurre tale intervallo? Esistono degli hack per questo?
    Grazie mille
    L.
    😉

    • Ciao!

      Rispondo alle tue domande:

      1) il swpi è un insieme di script python, librerie e moduli sviluppati su base Raspbian. Viene fornito come immagine perchè è piu facile da installare, ma niente ti vieta di provare ad installarlo da sorgenti. Trovi le info qui: https://github.com/ToninoTarsi/swpi

      2) 48 secondi è l’intervallo cui cui i sensori PCE inviano i dati alla stazione, non c’è modo di andare sotto…

      • Liknus

        Non ti avevo più ringraziato per la risposta datami! 🙁 Perdonami!
        Grazie <3
        Ne approfitto per chiedere un'altra info.. quando dici che Swpi è basato su Raspbian, questo significa che io 'vedo' il normale desktop di Raspbian e, come processi attivi, avrò swpi? Oppure non c'è nessun optput dall'uscita HDMI del Rpi?

        Visto il periodo di allergie-pollini-fazzoletti, esiste uno strumento per il controllo della qualità dell'aria dal punto di vista dei pollini? Ho cercato in rete, ma non ho trovato esperienze di stazioni meteo con sensori ti tale tipologia, solo CO2, etc.

        • Ciao,
          – swpi è una serie di script phython che girano “headless”. l’ambiente grafico è disabilitato di default nell’immagine fornita, ma è possibile riabilitarlo con poco sforzo, se servisse. L’interfaccia di swpi è accessibile via web collegandosi semplicemente all’IP del raspberry da un altro pc in rete locale oppure da internet se questo è accessibile.
          – non ho mai sentito di un sensore per i pollini neppure io, mi spiace.

          Alessandro

  • capocchione

    Ciao,
    ottima guida, complimenti!! Vorrei sapere se è possibile loggare tutti i dati, e dove, della stazione meteo per poi averli a portata di mano per future elaborazioni numeriche (statistica, ecc…)
    Grazie! 😉

    • Ciao, esistono molte possibilità per salvare i dati.

      Swpi salva prima i dati in un DB sql locale, le può puoi inviare ad intervalli regolari ad un db esterno, oppure a servizi web terzi come weather undeground.

      Tutti i programmi prevedono un logging di qualche tipo.

      Personalmente io gestisco tutta la history su weather underground: http://www.wunderground.com/personal-weather-station/dashboard?ID=ITOSCANA126

      Ciao!

      • capocchione

        Chiarissimo, grazie, ma a me servirebbero i dati numerici grezzi… Tipo in un file txt o cvs o excel… perchè ho bisogno di fare delle analisi statistiche per conto mio… 😉

        • Potrai esportarli abbastanza facilmente in un txt o csv sia dal db interno, sia anche da wunderground: http://www.wunderground.com/weatherstation/WXDailyHistory.asp?ID=ITOSCANA126&day=13&month=7&year=2015&graphspan=day&format=1

          • capocchione

            Ciao, ho finalmente preso tutto l’occorrente (rasp b+ e pce-w20) e messo tutto a funzionare. Funziona tutto ma per motivi di sicurezza non posso mettere il rasp online. Avrei bisogno, quindi, come già scritto nei miei commenti precedenti, di salvare i file in locale e recuperarli a mano in un secondo momento. La tua risposta di sopra è chiara ma….. sono un completo principiante e non so come fare! Inoltre, che tu sappia, è possibile istallare pure un sensore di luce ambientale? Grazie mille e buona giornata!

  • Gianni Salvi

    Ciao Alessandro! complimenti per il progetto. Possiedo un Raspberry 2 siccome vorrei passare a swpi la mia stazione meteo (www.meteoripadiolmo.eu) ma ho qualche problema a far funzionare RFM01… sai darmi qualche dritta?

  • Stefano

    Salve!! Complimenti per la stazione e l’utilizzo del raspberry! Volevo chiedere se il software è compatibile con il Raspberry PI 2 B e se si può usare con la Stazione Technoline WS 2307! Grazie!

  • Andrea

    Assolutamente magnifico! i miei complimenti. Solo una domanda/curiosita’: Se volessi realizzare tutto quello che hai realizzato tu (webcam esclusa) in una casa dove non vi è connessione internet, leggevo di un supporto chievetta umts, secondo te potrebbe essere possibile interrodare i dati via sms? Mando un sms alla sim dentro la chiavetta e la stazione meteo mi invia un sms con i dati.

    • Ciao.
      Si è possibile. Avendo una chiavetta umts puoi sia sfruttare i dati 3g per inviare i dati online (sono pochi kb a volta), sia averli via sms… o whatsapp! Leggi nel forum vololiberomonteccucco, c’è tutto ! 😉

  • Pingback: Software meteo per Raspberry Pi: pywws, Cumulus MX, wview - Alessandro Grechi()

  • Pingback: Ricezione dati meteo di una WH1080 con una chiavetta USB DVB-T RTL-SDR - Alessandro Grechi()