Con un pizzico d’orgoglio posso scrivere che il progetto BLEM (Matrice led + projection mapping + controllo luci dmx) è stato inserito tra i casi d’uso di QLC+, il fantastico programma che ho utilizzato per comandare da remoto sia il pannello led sia tutte le luci DMX del teatro.

Ringrazio lo sviluppatore Massimo Callegari, con cui tra l’altro ho iniziato uno scambio di idee che sembra promettente per futuri sviluppi 😉

Blem project tra gli use cases di QLC+ !

Blem project tra gli use cases di QLC+ !

Leggi tutto →

Il regalo geek di Natale 2012 è stato sicuramente quello di mio fratello: una stazione meteo amatoriale PCE-FWS 20.meteostrada
Ok tra le mie tante passioni (leggasi “manie”) è da poco entrata anche quella per la meteorologia. Fino ad un paio di anni fa non avevo idea della quantità di appassionati che popolano la rete inondando forum, blog e siti web con previsioni (speso più affidabili di quelle dei siti più blasonati), “nowcasting”, studi di modelli e report di dati. Una passione che si basa soprattutto su uno studio dei fenomeni fisici/atmosferici ma anche un’analisi statistica di dati rilevati dalle stazioni meteo.

Cosa sono le stazioni meteo?

Per chi non ne fosse a conoscenza (come me fino ad paio di anni fa) esistono infatti delle stazioni meteo amatoriali complete di vari sensori (solitamente termometro, igrometro, barometro, anemometro, pluviometro) che non solo visualizzano i dati attuali, ma li salvano in memoria per poter essere scaricati su computer come “storico” (datalogger).
Queste stazioni si trovano a prezzi accessibili che variano dal centinaio di euro (come quella che ho io, che si trova anche su Amazon, direttamente da PCE Italia), fino ad arrivare a nomi più conosciuti come Davis e La Crosse, con modelli ben più completi, costosi e professionali.
La PCE-FWS 20 rappresenta un buon rapporto qualità/prezzo. Ha tutti i sensori standard di media qualità (e qualcosa si può migliorare con un po’ di bricolage, per esempio lo schermo solare o il pluviometro) ed inoltre ha una consolle di visualizzazione con touchscreen e collegamento USB.

Il funzionamento standard prevederebbe solamente l’utilizzo del software WeatherLink (solo per Windows) per il download dei dati dalla consolle, senza possibilità di messa online. Esistono altri software (per Windows, come Cumulus) che permettono di creare facilmente un sito online per la pubblicazione dei dati, ma presuppongono appunto di avere a disposizione un computer/notebook/netbook con Windows acceso e online 24h/24h. Con relativo consumo elettrico. Decisiamente non faceva per me!

Leggi tutto →

Giovedi 27 Settembre abbiamo avuto il terzo incontro del Progetto TAG in Arezzo e provincia (dopo quello di San Giovanni e di Sansepolcro).

Questa volta il tema era: “A scuola col Pinguino. La versatilità di Linux al servizio della didattica

Leggi tutto →

Oggi vi voglio parlare di Magic Lantern, un add-on che, installato su una reflex digitale Canon compatibile, aggiunge un menu avanzato con una miriade di opzioni e possibilità in più, che nemmeno le fotocamere  professionali offrono.

Utilizzo Magic Lantern (ML d’ora in poi) constantemente da qualche mese sulla mia Canon EOS 550d con grossa soddisfazione, ed ho deciso di parlarvene adesso in concomitanza dell’uscita della major release stabile, la 2.3 “no longer a hack“.

Inizio subito col dire che trovate tutto sul sito http://www.magiclantern.fm

Le caratteristiche aggiunte sono davvero sterminate, vi rimando a questa pagina molto completa che le elenca tutte, spiegandone i dettagli.

Magic Lantern Shoot

Una delle schermate di setup di ML

Elenco i principali:

  • Audio: disabilitazione AGC, visualizzazione livelli audio, controlli manuali, sorgente selezionabile, monitor
  • Esposizione: varie modalità di controllo esposizione (zebras, istogramma, waveform, spotmeter, false color, ecc)
  • Messa a fuoco: focus peaking, zoom durante la registrazione, trap focus, rack focus, follow focus, focus stacking
  • Video: controllo del bitrate, controllo manuale di ogni parametro (iso/apertura/tempo diaframma), auto-restart, controllo FPS
  • Liveview: aggiunta di tante info in più sullo schermo
  • Cropmarks e overlay per aiutare la composizione
  • Controllo fine di ISO, diaframma, bilanciamento bianco e tanto altro
  • Bracketing avanzato (per HDR)
  • Scatto remoto con il controllo infrarossi del display (face sensor) o con audio trigger
  • Timelapse: intervallometro (sia per foto che per video), bulb ramping, bassi FPS, scatto silenzioso
  • Astrofototografia e fotografia notturna: bulb timer
  • Tante altre opzioni utili come: info camera, compensazione flash, risparmio energia, shortcut personalizzate, ecc

Leggi tutto →

Diffondo volentieri la notizia che mi è stata inviata via email da Matteo Lucchesi, presidente del LuccaLUG

Domenica 8 febbraio si terrà a Lucca la conferenza: “Freerunner:
alternativa Opensource all’Iphone
“. L’occasione sarà il
primo “Freerunner Party” nazionale, organizzato dall’associazione Luccalug.
La conferenza che si terrà alle ore 17 ha lo scopo di presentare l’
ultimo terminale messo in vendita dal progetto OpenMoko,
che mira a creare il primo dispositivo mobile completamente
Opensource. Il telefono non ancora indicato per un pubblico di massa (di cui ho già parlato qui, ndr)
offre già la possibilità di utilizzare diverse distribuzioni, oltre a
quella nata dal progetto OpenMoko, troviamo Android, sistema
operativo per cellulari sviluppato da Google.
Il dispositivo equipaggiato di wifi, bluetooth, accelerometri,
touchscreen, gps e naturalmente di un kernel linux, risulta appetibile
per tutti gli amanti del sistema operativo del pinguino che desiderano
espandere la loro passione al settore della tecnologia mobile.
Durante la conferenza verrà illustrata la storia, il presente e il
futuro del progetto.
L’ occasione sarà resa ancora più interessante dallo sponsor della
manifestazione nonchè rivenditore
ufficiale nazionale, che metterà a disposizione dei partecipanti uno
sconto sui dispositivi, assieme alla possibilità
di non pagare le spese di spedizione, visto che sarà presente.

L’invito è rivolto a chi non conosce questo progetto o a chi ne ha
sentito parlare ed è curioso, sia di toccare con mano, che di
conoscere
le prospetive di questa nuova comunità.

Per approfondire:
http://openmoko.org

Per partecipare all’evento è necessario isciversi qua:
http://luccalug.it/wiki/Freerunner