WicdPensavate che Wicd avesse già tutto e funzionasse già bene? Beh, adesso funziona ancora meglio ed ha diverse features in più!

E’ uscita oggi la versione di testing 1.3.3, che contiene diversi bugfix e numerose aggiunte :

  • Possibilità di eseguire script prima e dopo la connessione
  • Possibilità di creare connessioni Ad-Hoc e abilitare la condivisione della connessione (Wow!)
  • Migliorata la connessione automatica con le reti cablate: ogni volta che si inserisce il cavo si può scegliere un profilo diverso
  • Possibilità di impostare DNS globali per tutte le connessioni
  • Aggiunta la modalità debug

E soprattutto la cosa che mi interessava di più:

  • Aggiunto il supporto per i driver Ralink Legacy

Dopo numerose prove (anche da parte mia) adesso anche i driver Ralink Legacy di Serialmonkey (per esempio rt73) sono supportati correttamente da Wicd!!

Potete scaricare il pacchetto .deb da qui.

Visto che si tratta di una versione di testing, vi invito a provarla e segnalare eventuali bug in questo topic del forum di wicd.

Aiutiamo a crescere questo fantastico gestore di reti ! :D

Che Ubuntu (e Linux in generale) sia carente di un’interfaccia per configurare graficamente e facilmente le reti (soprattutto quelle wireless protette con wpa) è putroppo vero.

Gli utenti provenienti da Windows e abituati a fare due click per collegarsi alla propria rete wireless wpa (senza nemmeno sapere cosa stanno facendo) si trovano sicuramente disorientati a configurare Wpa Supplicant oppure a metter mano al terminale e digitare comandi sconosciuti.

Ed anche per chi, come me, ormai ha un po’ di dimestichezza con “ifconfig” e “iwconfig” spesso sente la necessità di automatizzare la procedura e semplificare la connessione.

In attesa che un’utility degna venga integrata di default in Gnome (ancora mi chiedo perchè il Gestore di Reti supporti solo il WEP, un protocollo vecchio e altamente insicuro) in molti hanno provato a creare un tool funzionale, che facesse tutto con il minimo sforzo, chiedendo all’utente solo le cose essenziali.

Mentre programmi come wifi-radar non supportano il wpa, e wpa-gui risulta troppo scarno, network-manager sembrava essere la soluzione finale a tutti i problemi. Purtroppo la decisione di includerlo di default in Feisty non è stata tra la migliori a mio parere: oltre ad essere un progetto ancora giovane, presenta numerosi bug (per esempio non supporta ancora gli ip statici) e sopratutto ha una configurazione alternativa agli standard di Linux (ovvero /etc/network/interfaces, i*config e wpa_supplicant) per cui è difficile integrarlo con le vecchie impostazioni. Insomma spesso porta più problemi che benefici e io consiglio quasi sempre di rimuoverlo.

Quasi per caso ho scoperto di recente WICD (Wireless Interfaces Connection Daemon) un progetto opensource nato da un utente Ubuntu frustrato anche lui dalla mancanza di un network manager funzionante. Nonostante sia anche questo un progetto giovane (ma in rapido sviluppo) ha già tutto quello che serve

  • Interfaccia grafica semplice e intuitiva
  • Icona nella barra di sistema per una semplice integrazione
  • Connessione automatica al boot senza intervento dell’utente
  • Supporto completo per WpaSupplicant (WPA1/2, WEP, LEAP, TTLS, EAP, PEAP)
  • Mostra le reti disponibili ed è possibile connettersi con pochi click
  • Sia indirizzi statici che DHCP
  • Supporto aggiuntivo per le reti cablate
  • Gestione di Profili
  • Compatibile con gli standard linux

Beh, in pratica fa tutto quello che volevamo… e funziona! :D

Leggi tutto →

RutiltUn breve articolo per annunciarvi che è uscita da poco una nuova versione di RutilT, l’utility per configurare graficamente i driver wireless Ralink Legacy del progetto Serialmonkey.

In questa nuova versione si segnalano soprattutto diversi bugfix… niente di particolarmente eclatante.

Come al solito i sorgenti si trovano nella pagina dello sviluppatore, e per compilarli potete seguire la mia guida precedente.

Per chi ha Ubuntu Feisty, invece è disponibile un nuovo pacchetto .deb (made by Treviño, una garanzia ;) ) che potete scaricare dal suo repository, oppure direttamente da qua:

rutilt_0.15-1~3v1ubuntu0_i386.deb 

)Un breve ma importante aggiornamento dal mondo di Compiz:

Adesso (finalmente) i vecchi pacchetti di CompComm hanno un nome ufficiale: Compiz Fusion !

I nuovi pacchetti di Compiz Fusion si trovano già nel Repository di Treviño, lo stesso di Compiz GIT che ho specificato nella guida precedente (che quindi è ormai obsoleta) e sono installabili col comando:

sudo apt-get install compiz-fusion-*

Inoltre segnalo che Treviño ha finalmente ufficializzato il suo Repository per Compiz-GIT insieme con la notizia dei pacchetti di Compiz Fusion e una bella recensione del CompizConfig Manager!

Aggiorniamo e ringraziamo :)

Edit: per l’installazione di Compiz Fusion da zero potete seguire questa guida:

http://wiki.ubuntu-it.org/CompositeManager/CompizFusion

compiz

Edit: con l’arrivo di Compiz Fusion al posto di CompComm, questa guida è diventata un tantino obsoleta. Consiglio di leggere questo nuovo articolo per seguire tutti gli sviluppi recenti! 

Questa guida non vuole essere una delle tante per installare Compiz o Beryl su Ubuntu: per quelle vi consiglio di leggere il wiki o il forum di Ubuntu-it.
E’ rivolta solo agli utenti esperti che desiderano provare lo sviluppo e le novità di Compiz e CompComm. Si parte inoltre dal presupposto che i driver 3D della propria scheda video siano stati correttamente installati, e che l’accelerazione grafica sia stata abilitata.

Mentre sicuramente conoscerete cosa è Compiz, forse qualcuno avrà dei dubbi su ComComm.

ComComm (CompizCommunity) non è altro che il nome provvisorio del progetto e dei pacchetti extra per Compiz, che comprendono (quasi) tutti i plugin dell’ormai defunto progetto Beryl: come sicuramente saprete , la comunità di Beryl ha deciso qualche mese fa di ritornare sui passi del fork e riunirsi con Compiz.

Già da tempo infatti lo sviluppo di Beryl è terminato. Ogni sforzo degli sviluppatori, è adesso incentrato nel porting dei vecchi plugin e nella creazione di nuovi che sfruttino il “motore” di Compiz. La nuova community riunita si chiama (per adesso) Opencompositing.

Se volete altre info sulla vicenda, vi consiglio di leggere questi 2 articoli di Treviño:
- Da compiz a beryl, di nuovo a compiz… E poi?
- CompComm, il desktop fiammante!

A che punto sono adesso questi lavori di merge? A buon punto direi.
Tutti i plugin più famosi di Beryl sono correttamente funzionanti, altri sono in corso di perfezionamento e altri nuovi sono stati aggiunti.
Purtroppo ancora non c’è niente di ufficiale.

Nemmeno il nome del progetto è ufficiale! “CompComm” è quello provvisorio, che verrà sicuramente cambiato nei prossimi giorni/settimane. Purtroppo delle inutili e infantili diatribe all’interno della community, stanno allungando i tempi più del necessario…

E’ però già possibile scaricare il codice sorgente di CompComm dal GIT, e testarlo sul proprio sistema. Benchè la procedura sia relativamente facile, non è proprio alla portata di tutti…

Beh certo non vale la pena perderci troppo tempo quando Treviño (non uno a caso ;) ) ha già fatto tutto il lavoro per noi! E vi assicuro che è un gran bel lavoro… perchè ha creato i pacchetti e gli script di avvio praticamente da zero! Io li uso da qualche giorno e non ho particolari problemi.

Se anche voi morite dalla voglia di provare le novità di Compiz e CompComm, non vi resta che seguire i prossimi passaggi…

Leggi tutto →

Mercury MessengerAlcuni di voi, dopo aver installato Mercury (magari seguendo proprio le mie istruzioni) sicuramente avranno riscontrato dei malfunzionamenti con l’uso di Compiz (o Beryl) . In pratica si possono verificare 2 casi:

  1. Mercury non si avvia e va in crash durante il caricamento.
  2. Mercury si avvia ma vengono visualizzate solo finestre completamente grigie.

Vediamo di rimediare ad entrambi i problemi…  Leggi tutto →

Network Manager LogoNetwork Manager è stata una delle novità incluse nell’ultima release di Ubuntu, la 7.04 “Feisty Fawn”.

E’ stata una piccola rivoluzione, poichè questo piccolo software, integrato con un’applet nella system tray, si dovrebbe occupare di gestire in modo automatico e semplice tutte le connessioni di rete, si quelle wired che quelle wireless. In quest’ultimo caso, Network Manager avrebbe il compito di occuparsi totalmente della gestione dell’associazione, nonchè dell’autenticazione sia WEP che WPA.

E’ quello che un po’ tutti si aspettano da tempo: una gestione semplice ed efficace delle connessioni di rete, che risultano ancora di difficile configurazione sopratutto per gli utenti alle prime armi.Network Manager Applet

Perchè ho utilizzato tutti questi “condizionali” ? Semplicemente perchè spesso questo programma che promette miracoli non fa assolutamente il suo dovere o addirittura complica la situazione.

Network Manager infatti ignora e sovrasta le impostazioni “classiche” del file /etc/network/interfaces e si occupa di tutto lui, nel bene o nel male. Soffre ancora di diversi problemi e bug di gioventù, motivo per cui giudico un po’ azzardata e frettolosa la decisione si includerlo di default in Ubuntu Feisty.

Premetto che non tutti i driver wireless supportano pienamente il NetworkManager, ma solo quelli che utilizzano le “Wireless Extensions” standard di Linux.
Tra questi, sicuramente quelli che non vanno sono i driver ralink legacy (per esempio il mio rt73) che hanno un modo diverso per configurare il wpa (tramite iwpriv).

Inoltre per adesso si può impostare solo il DHCP e non indirizzi statici.

Nei repository di Feisty è presente solamente la versione 0.6.4, mentre è già disponibile la versione stabile 0.6.5. La versione in sviluppo attualmente è la 0.7 che promette grandi novità.

In attesa della 0.7, ho trovato nel forum internazionale di ubuntu dei pacchetti deb di Network Manager 0.6.5, che comunque dovrebbe migliorare un po’ la situazione.

Leggi tutto →

FreePOPs Oggi vi voglio parlare di FreePOPs che ritengo sia un programma molto utile…

Riporto direttamente dal sito ufficiale:

FreePOPs è un programma facilmente estendibile, che permette di accedere alle risorse più differenti attraverso il protocollo POP3.
Principalmente può essere utilizzato per scaricare la posta dalle più famose webmail, ma può anche servire come aggregator per feed RSS ed altro ancora. In questo modo è possibile consultare tutti i propri messaggi utilizzando il proprio client email preferito.
FreePOPs è Software Libero!

Gli utilizzi più comuni sono:

  • Siete dietro un firewall che chiude la porta 110 ma volete comunque leggere la posta elettronica e la webmail del vostro provider fa schifo.
  • Il vostro mail provider non vi permette di accedere alla mailbox con il protocollo POP3 ma solo tramite il servizio di webmail.

Vediamo come compilarlo e installarlo su Ubuntu Feisty.

Leggi tutto →

Oggi ho finalmente trovato il tempo di scrivere una guida abbastanza completa (ma semplice) per installare (eventualmente compilare) Ndiswrapper su Ubuntu Feisty 7.04.

Per chi non lo sapesse, Ndiswrapper è l’ultima speranza per chi non riesce a installare la propria periferica wireless su Linux: permette infatti di utilizzare i driver .inf di Windows!

Ovviamente deve essere l’ultima alternativa: se esistono driver nativi (e opensource) per Linux, sono sempre da preferire! ;)

Ho fatto la guida per il Wiki di Ubuntu-it, e si trova qui:

http://wiki.ubuntu-it.org/Hardware/Wireless/Ndiswrapper

Non la trascrivo interamente nel blog perchè lì nel wiki è formattata meglio ed inoltre può essere migliorata e aggiornata continuamente dalla comunità! ;)

Spero vi sia utile!

Come avevo preannunciato nell’articolo “Guida a Wpa Supplicant“, esiste un tool grafico che permette di impostare e gestire facilmente la configurazione di Wpa Supplicant, si chiama Wpa Gui.

finestra principale
Ecco come si presenta la finestra principale

 

E’ già presente nei repository di Ubuntu, basta installarlo con

sudo apt-get install wpagui

 

Affinche wpagui funzioni, dobbiamo aggiungere le seguenti righe all’inizio del solito file
/etc/wpa_supplicant.conf

ctrl_interface=/var/run/wpa_supplicant
ctrl_interface_group=1000
update_config=1

in modo che la configurazione finale sia simile a questa:

ctrl_interface=/var/run/wpa_supplicant
ctrl_interface_group=1000
update_config=1

network={
ssid="NOMERETE"
psk="chiavewpapsk"
proto=WPA
key_mgmt=WPA-PSK
pairwise=CCMP TKIP
}

a questo punto salviamo la configurazione e riavviamo Wpa Supplicant.
Avviamo il programma digitando nel terminale:

wpa_gui

Ovviamente è possibile creare un’icona d’avvio per il desktop o la barra delle applicazioni

Leggi tutto →