A proposito Alessandro

Ingegnere delle Telecomunicazioni con propensione al web2.0 ed il pallino della tecnologia; toscano & casentinese, vivo a Firenze

Ebbene si, sono uno dei pochi utilizzatori dell’iPhone 3G ancora rimasti. Sarà perché ci sono affezionato, sarà perché ancora fa il suo egregio lavoro e funziona alla perfezione dopo più di 3 anni, sarà perché non sono uno di quelli che cambia telefono ogni stagione o più semplicemente per via della mancanza di fondi…. 🙂

Un dispositivo che di certo non dimostra l’età che ha (4 anni dal lancio, ndr) e rimane all’avanguardia o addirittura superiore a molti altri smartphone tutt’ora in commercio. Soffre però di alcuni inevitabili limiti di vecchiaia, in primis la lentezza, da imputare sia all’esiguo quantitativo di RAM presente (128MB), sia ad un firmware (il 4.2.1, l’ultimo disponibile per questo telefono) che lo rallenta molto più delle versioni precedenti.

slow

Per far fronte alla pesantezza del sistema ho sperimentato con successo tre piccoli tweak che è possibile installare sul dispositivo per velocizzarlo, ammesso che esso abbia il jailbreak.

AGGIORNAMENTO 14 DICEMBRE 2012:
Ho scritto un nuovo post su come velocizzare l’iphone 3G (ma anche altri) con Whited00r. Vi consiglio questo nuovo metodo perchè i risultati sono di gran lunga migliori ! 

Leggi tutto →

In uno degli ultimi articoli avevo scritto di un semplice workaround per far funzionare l’utility EOS di Canon con Lion. Il trucco consisteva semplicemente nel tornare ad una versione precedente, ovvero la 2.8.1.

Sebbene funzionasse egregiamente per molti, la versione 2.8.1 non supportava ovviamente alcune fotocamere più recenti, come la 60D e la 1100D, così come alcuni obiettivi di recente produzione.

Oggi però DDAAXX mi ha scritto in un commento un nuovo trucco che permette di far funzionare l’ultima versione della EOS Utility (la 2.10.2) con Lion.
La procedura consiste nel modificare un file di preferenze di sistema facendo credere all’utility di trovarsi in Mac OS 10.6.8 invece che in Lion, per poi rimettere tutto apposto una volta che l’utility si è correttamente avviata ed il controllo di versione è stato superato.

 

EDIT del 30/01/2012:

finalmente la EOS Utility è stata ufficialmente aggiornata alla versione 2.10.4 per supportare nativamente MAC OS X 10.7 Lion. Ancora non si trova nel sito italiano, ma la potete scaricare qui dal sito asiatico. Meglio tardi che mai! 😉 

Leggi tutto →

Probabilmente molti di voi conoscono già il sito Groupon.it, ma per i pochi che ancora non lo conoscessero (o ne avessero solo sentito parlare), questa è l’occasione giusta per togliersi i dubbi: ecco alcune FAQ (Frequently Asked Questions)

groupon

Cos’è Groupon ?
Groupon è un sito (disponibile già in 43 paesi nel mondo) nel quale è possibile trovare tantissime offerte e buoni sconto da utilizzare in determinati esercizi commerciali oppure per acquistare beni e servizi.

Come funziona ?
Ogni giorno vengono proposte delle offerte (specifiche per città o nazionali) con una scadenza: avremo solamente alcune ore di tempo (24, 48, 72… dipende!) per aderire all’offerta e comprare il coupon (con carta di credito, postepay, paypal).
Una volta terminata l’offerta, riceveremo via email il coupon: basterà seguire poi le istruzioni per prenotare il servizio richiesto chiamando l’esercizio e comunicando il codice, oppure ordinare il prodotto via web.
Non è detto che il coupon acquistato debba essere “consumato” subito: di solito avremo qualche mese di tempo per spenderlo, quando lo riterremo più opportuno.

Per iniziare è sufficiente registrarsi e poi, volendo, iscriversi alle newsletter relative alla propria città.

Leggi tutto →

ATTENZIONE: questa guida è ormai OBSOLETA. Le ultime versioni del software (disponibile nell’area download Canon) risolvono il problema di compatibilità con Lion.

—————— —————— —————— —————— —————— —————— ——————

Visto che ieri mi è arrivata la mia prima reflex digitale, una Canon 550D, inauguro il primo post relativo alla fotografia di questo blog appuntando (per me e per i posteri) un trucco che ho trovato fare per installare la EOS Utility (software incluso con la macchina che permette di controllarla completamente da remoto) in Mac OS X Lion 10.7, visto che ovviamente l’ultima versione disponibile sul sito Canon (2.10.2) non è compatibile e restituisce un bell’errore come questo:

EDIT del 04/01/2012:
grazie al suggerimento di DDAAXX ho inserito un nuovo post con un nuovo workaround che permette di utilizzare l’ultima versione dell’utility su Lion. Vi consiglio di seguire quella! 😉

EDIT del 30/01/2012:
finalmente la EOS Utility è stata ufficialmente aggiornata alla versione 2.10.4 per supportare nativamente MAC OS X 10.7 Lion. Ancora non si trova nel sito italiano, ma la potete scaricare qui dal sito asiatico. Meglio tardi che mai! 😉

Leggi tutto →

Tempi di crisi e di manovre. Si risparmia il risparmiabile e si taglia il tagliabile. E allora anch’io nel mio piccolo oggi ho tagliato qualcosa: il WWW dall’URL di questo sito/blog.

Ma vi rendete conto di quanto sia inutile il WWW ?
Non ha alcun significato tecnico, se non un acronimo per “World Wide Web“. È un dominio di terzo livello insignificante che non fa altro che aggiungere 3 caratteri in più (e il puntino) all’indirizzo del vostro sito. Perché ? Boh. Perchè è figo, perchè è mnemonico. Perché nel 2011 si pensa ancora che se un indirizzo non inizia con www non è un vero sito web.

L’unico prefisso fondamentale in un url web è http:// lui si che, poverino, avrebbe un senso: l’HyperText Transfer Protocol, il protocollo che sta alla base del Web. E invece spesso e volentieri ce lo dimentichiamo, tanto ci pensa il nostro browser di ultima generazione a mettercelo. Oppure Google (tanto la maggior parte degli utenti non sa la differenza tra una barra degli indirizzi e quella di ricerca di Google, ma questa è un’altra storia).

Chi davvero pensava ancora che il www fosse indispensabile, forse ora ci sarà rimasto male. Ma non è così. Davvero!

C’è chi fa a lotta (a fior di quattrini) per trovarsi il nome di dominio più corto possibile, perchè ogni lettera in meno corrisponde ad una facilità maggiore di memorizzazione, digitazione, ricerca (che sembrano cavolate ma ci sono fior fior di studi tecnico/psico/sociologici dietro). E poi niente… ci si vuol mettere per forza il www davanti.

Sarà forse che senza il www, il povero tasto W sarebbe uno dei più inutilizzati della tastiera italiana e allora noi vogliamo dargli un po’ d’importanza. Altrimenti tanti altri motivi non ce ne stanno.

Era da un po’ che ci pensavo, e finalmente oggi mi sono deciso: ho aperto il pannello di controllo del mio hosting e impostato il redirect  www.grechi.it -> grechi.it in modo che tutti i link rimangano raggiungibili, anche dai motori di ricerca. Poi ho cambiato l’url predefinito del blog nel pannello di controllo wordpress.
Veloce, pratico e indolore. Ed è anche molto più pulito e cool, a mio parere.

Lo potete fare anche voi, basta cercare l’apposita opzione nel vostro pannello di controllo di dominio, o DNS, oppure ancora attraverso due righe da inserire nell’ htaccess (Googlate e tutto vi sarà dato).

L’importante è che l’url con e senza www davanti rimandi sempre alla homepage corretta del sito!

Ps: in rete ci sono alcuni casi emblematici. Primo da tutti il sito del NIC, la massima autorità che gestisce e registra e siti .it: se si prova ad accedere a http://nic.it (senza www) addirittura si ottiene una pagina inesistente. Tutto dire eh?

Edit:

Grazie alla segnalazione di Giulio scopro che il WWW è ufficialmente deprecato dalla RFC 3986 del 2005.

Esiste un gruppo internazionale che promuove il non uso del www, a questo indirizzo: http://no-www.org 
Qui trovate anche spiegazioni tecniche e motivi dettagliati per cui il www non dovrebbe essere utilizzato.  Inoltre è disponibile un form per validare il proprio sito sul corretto reindirizzamento. La modalità che anche loro suggeriscono come preferibile è quella in cui tutto il traffico diretto a http://www.tuodominio.com viene automaticamente reindirizzato a http://tuodominio.com, che è il dominio principale. I siti che soddisfano questa proprietà vengono categorizzati come di “Classe B“.

Inutile aggiungere che questo sito ha passato orgogliosamente la validazione! 🙂

no-www

Stamani (08/08/2011) alle ore 11.15 vengo contattato telefonicamente dal call center TeleTu (mio operatore unico telefono/ADSL da qualche mese) dove una gentile signorina tenta di propormi un pacchetto aggiuntivo all’abbonamento.

L’offerta in questione è “F-Secure Computer Security” dove per 3€ al mese (primo mese gratis) viene fornito un pacchetto di software per la sicurezza del computer comprendenti un antivirus, antispam, antispyware e firewall. In pratica non è altro che il pacchetto “Internet Security” venduto dalla F-Secure a 49,95€/anno (e primo mese di prova gratuita, esattamente com questa offerta).

E fin qui non ci sarebbe niente male, se non fosse che la signorina me l’ha presentato come “pacchetto completo per la sicurezza del computer su internet e per aumentare la velocità della connessione ADSL“.

Io non ero minimamente interessato all’offerta fin dall’inizio, ma a sentire la seconda parte di quella frase mi si sono drizzate le orecchie.

Entro in modalità “utonto curioso” e chiedo spiegazioni sul contenuto del pacchetto.

un programma per difendersi dai virus, un antispam per evitare le pubblicità che appaiono mentre si naviga (???) un firewall per proteggersi dai pirati e hacker che rubano i dati personali…

si ma mi dica anche dell’aumento di velocità della connessione

si, certo, vede.. ” (in crescente imbarazzo) “..praticamente… forniamo un apparecchietto che si collega al computer via USB e dialogando col modem via INFRAROSSI aumenta la velocità di connessione fino a 10 mega….

trattenendo a stento le risate ho aggiunto: “Incredibile !! Non avevo mai sentito parlare di un apparecchio del genere fornito dai gestori…!!!

e lei, evidentemente stizzita ha tagliato corto: “…si beh se vuole si può informare…

esatto, farò proprio così… non sono interessato ai software… ma del magico apparecchietto mi informerò sicuramente. Arrivederci“.

Inutile aggiungere che nel sito di TeleTu di questo apparecchietto magico non viene fatta, ovviamente, alcuna menzione. Probabilmente una bufala inventata dal call center (di terze parti ?) o dall’operatrice come specchietto per le allodole.
Purtroppo nel campo informatico di “allodole” se ne trovano tante, ma quello che mi fa rabbia che è si tenti di ingannare chi (giustamente) non è del settore e si fida delle offerte proposte.

Non tutti possono essere ingegneri o esperti informatici, ma tutti possono essere utenti consapevoli e informarsi bene prima di accettare su due piedi qualsiasi proposta venga fatta, a maggior ragione se questa appare sensazionale.

Credo che invierò una segnalazione all’AGCM sull’accaduto. Abbiamo dei diritti, facciamoli rispettare!

Aggiornamento del 19/08/2011:
Oggi mi è arrivata la lettera dall’Autorità Garante della Concorrenza del Mercato nella quale mi si conferma la presa in carico della segnalazione fatta il 09/08/2011 relativa a “OPITEL-TELESELLING”, completa di protocollo ufficiale e identificativo di pratica. Rimango piacevolmente sorpreso dall’efficienza e velocità dell’AGCM. Per la prima volta mi sento un cittadino ascoltato e seguito. Vedremo se ci saranno altri sviluppi.

L’auto di Google Street View aveva già percorso le strade del Casentino (valle in provincia di Arezzo a ridosso dell’Appennino, ndr) nel Luglio 2008 ed era stata avvistata personalmente da me (come testimonia questo vecchio articolo) e dopo circa un anno e mezzo, nel Gennaio 2010, le foto effettuate erano state finalmente pubblicate su Street View.

In questi giorni (Giugno 2011), a 3 anni di distanza dall’ultimo passaggio, la macchina di Google è stata avvistata più volte nei paesini casentinesi: Pratovecchio, Castel San Niccolò (a Strada e Rifiglio), Ponte a Poppi…

Riconoscerla è facile: la vistosa fotocamera sul tetto di una Opel Astra (con targa tedesca) non passa certo inosservata!

Ma stavolta Google ha pensato di renderla ancora più visibile:
L’auto che sta girando in questi giorni infatti ha una carrozzeria colorata e personalizzata da Art Cars, un gruppo di studenti di design della “Miami Ad School” di Amburgo.

Ecco 3 foto scattate da Francesco Magrini a Pratovecchio

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Probabilmente dovremo aspettare circa un anno per veder pubblicate le nuove foto…. ma intanto bentornata Google Car ! 😉

Edit: ecco anche il reportage fotografico di Marco Trevisan, che ha trovato la Google Car parcheggiata in via Roma a Ponte a Poppi! Potete trovare altre immagini (belle e dettagliate) nel suo account Flickr.

Edit del 14/10/2011

Oggi, dopo solo due mesi circa dall’ultimo avvistamento in zona, scopro che le nuove foto sono già disponibili su Google Street View ! Incredibile come abbiano fatto veloci, questa volta! 😀

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Per gentile concessione dell’amico Andrea Trapani (La Voce impertinente delle TLC) in questi giorni ho avuto la possibilità di avere tra le mani lo “zBoost-ONE 3G Signal Booster“, ovvero un dispositivo con la funzione di ricevere e ritrasmettere, amplificandolo, il segnale 3G/UMTS (2100MHz) di un qualsiasi gestore di telefonia mobile che supporti questo standard.

 

Ecco come si presenta la scatola del prodotto

Avevo sentito da tempo parlare di prodotti del genere ma non avevo mai avuto la possibilità di testarli con mano. Anzi, sono sempre stato abbastanza scettico sulle loro effettive funzionalità. Quando Andrea mi ha offerto una prova gratuita, non ho potuto certo tener a freno la mia curiosità tecnologica-ingegneristica 😛

Ma ora bando alle ciance e via con il test!

Leggi tutto →