Compiz e CompComm: pacchetti GIT per Ubuntu

compiz

Edit: con l’arrivo di Compiz Fusion al posto di CompComm, questa guida è diventata un tantino obsoleta. Consiglio di leggere questo nuovo articolo per seguire tutti gli sviluppi recenti! 

Questa guida non vuole essere una delle tante per installare Compiz o Beryl su Ubuntu: per quelle vi consiglio di leggere il wiki o il forum di Ubuntu-it.
E’ rivolta solo agli utenti esperti che desiderano provare lo sviluppo e le novità di Compiz e CompComm. Si parte inoltre dal presupposto che i driver 3D della propria scheda video siano stati correttamente installati, e che l’accelerazione grafica sia stata abilitata.

Mentre sicuramente conoscerete cosa è Compiz, forse qualcuno avrà dei dubbi su ComComm.

ComComm (CompizCommunity) non è altro che il nome provvisorio del progetto e dei pacchetti extra per Compiz, che comprendono (quasi) tutti i plugin dell’ormai defunto progetto Beryl: come sicuramente saprete , la comunità di Beryl ha deciso qualche mese fa di ritornare sui passi del fork e riunirsi con Compiz.

Già da tempo infatti lo sviluppo di Beryl è terminato. Ogni sforzo degli sviluppatori, è adesso incentrato nel porting dei vecchi plugin e nella creazione di nuovi che sfruttino il “motore” di Compiz. La nuova community riunita si chiama (per adesso) Opencompositing.

Se volete altre info sulla vicenda, vi consiglio di leggere questi 2 articoli di Treviño:
Da compiz a beryl, di nuovo a compiz… E poi?
CompComm, il desktop fiammante!

A che punto sono adesso questi lavori di merge? A buon punto direi.
Tutti i plugin più famosi di Beryl sono correttamente funzionanti, altri sono in corso di perfezionamento e altri nuovi sono stati aggiunti.
Purtroppo ancora non c’è niente di ufficiale.

Nemmeno il nome del progetto è ufficiale! “CompComm” è quello provvisorio, che verrà sicuramente cambiato nei prossimi giorni/settimane. Purtroppo delle inutili e infantili diatribe all’interno della community, stanno allungando i tempi più del necessario…

E’ però già possibile scaricare il codice sorgente di CompComm dal GIT, e testarlo sul proprio sistema. Benchè la procedura sia relativamente facile, non è proprio alla portata di tutti…

Beh certo non vale la pena perderci troppo tempo quando Treviño (non uno a caso 😉 ) ha già fatto tutto il lavoro per noi! E vi assicuro che è un gran bel lavoro… perchè ha creato i pacchetti e gli script di avvio praticamente da zero! Io li uso da qualche giorno e non ho particolari problemi.

Se anche voi morite dalla voglia di provare le novità di Compiz e CompComm, non vi resta che seguire i prossimi passaggi…


ATTENZIONE: questi sono pacchetti di test e potrebbero risultare instabili e non funzionanti. Ne consiglio l’uso solo ad utenti ESPERTI che sappiano ciò che fanno. Chiaramente non me ne assumo la responsabilità (e nemmeno il supporto).

1) INSTALLARE COMPIZ+GIT

Rimuoviamo per sicurezza ogni pacchetto di compiz già installato

sudo apt-get remove compiz compiz-*

e anche i vecchi plugins:

sudo rm -r ~/.compiz/plugins

Ora basta aggiungere al vostro /etc/apt/sources.list il seguente repository:

# Treviño's Ubuntu feisty EyeCandy Repository (GPG key: 81836EBF - DD800CD9)
# Many eyecandy 3D apps like Beryl, compiz and kiba-dock snapshots
# built using latest available (working) sources from git/svn/cvs...
deb http://download.tuxfamily.org/3v1deb feisty eyecandy
deb-src http://download.tuxfamily.org/3v1deb feisty eyecandy

Importare poi la chiave GPG con

wget http://download.tuxfamily.org/3v1deb/DD800CD9.gpg -O- | sudo apt-key add -

e aggiornare il sistema con:

sudo apt-get update
sudo apt-get upgrade

Se non vi ha trovato ancora gli aggiornamenti per compiz 0.5+GIT, potete installarli con

sudo apt-get install compiz-gtk compiz-gnome compizconfig-settings-manager compizconfig-backend-gnome

oppure, se avete KDE:

sudo apt-get install compiz-kde compizconfig-settings-manager compizconfig-backend-kde

2) INSTALLARE I PACCHETTI COMPCOMM

Questi pacchetti contenenti tutti gli effetti e i plugin extra, ancora non sono presenti nel repository di Treviño. Potete comunque andare in questa pagina e scaricare l’ultimo archivio di compcomm disponibile (in ordine di data).

Estraete l’archivo in una cartella e poi entrateci col terminale.

Per installare tutti i pacchetti insieme, basta un

sudo dpkg -i *.deb

seguito da un

sudo apt-get install -f

per correggere eventuali dipendenze.

A questo punto potete provare a far partire compiz incrociando le dita e digitando:

compiz --replace

Se tutto è andato bene e volete avviare compiz in automatico al caricamento del sistema, basta aggiungere il comando precedente nella lista dei programmi d’avvio in Sistema -> Preferenze -> Sessioni

Notate che in Sistema -> Preferenze è apparso anche il CCSM, CompizConfig Setting Manager, attraverso il quale potrete abilitare e impostare i vari plugin come meglio credete.

Ricordo che queste sono ancora versioni di sviluppo, quindi potenzialmente buggate e instabili.
Potreste anzi dare il vostro contributo alla comunità segnalando gli errori a Treviño o agli sviluppatori stessi.

Vi prego di non segnalarmi errori o malfunzionamenti nei commenti, perchè non sarei in grado di dirvi sulla configurazione più di quanto non abbia già scritto! 🙂

Se avete problemi, seguite e scrivete in questo topic del forum di Ubuntu-it .


A proposito Alessandro

Ingegnere delle Telecomunicazioni con propensione al web2.0 ed il pallino della tecnologia; toscano & casentinese, vivo a Firenze